Google+ Followers

martedì 13 maggio 2014

...Della serie:amicizie di merda...!

Purtroppo non sono mai stata un granchè fortunata con le amicizie femminili, sarà che non è facile mantenere nel tempo un rapporto amichevole con il gentil sesso visto che spesso subentrano competizioni varie di prima donna o fidanzati di turno che remano allegramente contro e sarà pure che sicuramente sbaglio in qualcosa ma nonostante i miei 29 anni suonati non capisco ancora in cosa, fattostà comunque che nel corso della mia vita ho perso per la via varie figure femminili con le quali ero convinta di avere un solido rapporto di amicizia...
...Brevemente, sennò si fa notte, ai tempi del liceo fino ai 23 anni circa la mia indiscussa migliore amica era la signorina D. la quale oltre ad essere la mia compagna di banco era anche la mia compagna di vita visto che facevamo amichevolmente coppia fissa ovvero andavamo in giro insieme sempre e comunque, in poche parole dove c'ero io c'era anche lei. Ci compensavamo noi due, io egocentrica, appariscente, estroversa, impulsiva, agitata e chiacchierona, lei posata, timida, tranquilla e riflessiva, lei calmava me ed io cercavo d'infondere in lei un pò più di spigliatezza. In una delle nostre serate in giro per locali conobbi un tipo con il quale di lì a poco iniziai una relazione seria ma visto che la dolce D. era ancora single organizzavo i week end in modo tale che lei non restasse a casa da sola a deprimersi, infatti ci univamo tutti e tre al gruppo di amici del ragazzo in questione così da passare serate piacevoli tutti insieme appassionatamente. Dopo un pò di tempo anche D. conobbe un discreto ragazzotto e di lì a poco anche per lei arrivò l'amore ed io ero super felice per lei nonostante che i il rapporto tra me e il fidanzato di quel tempo stesse andando allegramente a puttane infatti a breve mi ritrovai disperatamente single. Ora, ci tengo a precisare che io non ho mai preteso nessun tipo di reazione dalla timida D. ma d'altronde quando le avversità ti colpiscono in pieno viso sfido chiunque a non cercare conforto nell'amica più cara che si ha e in un primo momento effettivamente ella manifestò un minimo di compassione nei miei confronti ma poi, con il passare dei giorni, iniziò a negarsi fino a sparire del tutto, infatti non rispondeva ai miei sms, buttava giù alle mie chiamate, dava allegramente buca ai nostri incontri inventandosi scuse improponibili e non mi cercava mai proprio come è solito comportarsi un bimbetto di merda che non ha il coraggio e le palle di lasciare la propria fidanzatina di turno! Ovviamente io volevo spiegazioni, cazzo le esigevo, quindi le proposi di fare due chiacchiere davanti a un caffè ma invece di rispondere alla mia richiesta mi arrivò il seguente sms:
" Ciao Sara, mi dispiace per come stanno andando le cose tra di noi, come ci stai male te ci sto male anch'io ma il nostro rapporto non era più un rapporto di  amicizia normale, eravamo come fidanzate, io non potevo lasciare sola te e te non potevi lasciare sola me e tutto questo mi pesa...spero che col tempo capirai, ti voglio un bene di vita ricordatelo."
Però oh quando ero fidanzata io ma organizzavo le serate con l'unico scopo di non lasciarla in casa da sola invece di passare ore di fuoco con il ragazzo del momento era ben propensa e contenta eh?! Li mortacci suaaaaaa!
Comunque la conclusione è stata che io le spiegazioni di questo sms non le ho mai ricevute nonostante le avessi gentilmente richieste e che tutt'ora se sfortunatamente mi becca per strada abbassa la testa e fa finta di non vedermi quando io invece la fisso a testa alta con la speranza che abbia le palle di guardarmi perchè io non mi sento assolutamente in torto e credo di essermi comportata benissimo con lei e in quei momenti mi vengono in mente la parole del caro buon vecchio e saggio Mr V. nonchè mia ex fiamma: "Cara Sara, la signorina D. non era D. era l'amica di Sara, tutti la conoscevano così, non per il suo nome...te hai una personalità forte e la schiacciavi prepotentemente, si vedeva lontano un miglio, per cui è inevitabile che non abbia retto più il colpo!"
Non sò se la motivazione è questa e a questo punto ho la netta sensazione che mai lo saprò ma credo che in un rapporto c'è sempre la personalità dominante e quella un pò più debole che si lascia maggiormente trascinare, è la vita, ma le cose importanti per me sono altre, ovvero il rispetto, la comprensione, il volersi bene, il sostegno reciproco e la sincerità, caratteristiche che io ho sempre portato avanti in ogni mio rapporto per cui cara piccola D. c'hai perso te alla grande! Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr! :p


Nessun commento:

Posta un commento