Google+ Followers

lunedì 21 luglio 2014

...Cosa cazzo leggo ora...???!!!

Allora ragazzi, ho appena finito di leggere la trilogia di  Hunger Games e mi sento letteralmente svuotata, persa, trasognante, mi sembra di vivere una realtà parallela alle vicende narrate nel libro, pensate che ormai chiamo la mia dolce metà Peeta per cui potete immaginare quanto io sia del gatto in questo momento...
Oggi sono stata perfino 2 ore "bone" in libreria con l'obbiettivo si scegliere un altro libro per riuscire a rimpiazzare il vuoto che sento inesorabile dentro me ma ne sono uscita miseramente a mani vuote, uno perchè c'era un caldo allucinante e Andre stava quasi sferrando un sanguinoso attacco omicida nei miei confronti, e due sono talmente ancora flesciata sull'intreccio amoroso tra Katniss e Peeta da non riuscire a concentrarmi su qualsiasi altra cosa...

Se vi viene in mente di leggerlo non fatelo perchè è un romanzo che dà assuefazione ve lo giuro, soprattutto se avete visto i primi due film perchè quando leggi l'ultima parte della trilogia che non è ancora uscita al cinema ti sembra proprio di essere dentro al libro, come se ci fossi anche tu nella storia visto che t' immagini nitidamente ogni scena con i protagonisti che hanno scelto per interpretare la vicenda per cui risulta tutto più vero, reale e t'immergi dentro alla storia e non ce n'è più per nessuno...

Cosa cazzo leggo ora???!!! Vi prego, vi supplico, consigliatemi alcuni libri che vi sono piaciuti e che possano così alleviare le mie pene da malata psicopatica che si fissa sulle cose, abbiate pietà di me, ve ne sarò grata a vita...

Un saluto dalla vostra psicolabile preferita...almeno spero... ;)

mercoledì 2 luglio 2014

...Vicende da masochiste croniche...

Tutti siamo stati amanti, sfido chiunque a dire di no, magari qualcuno lo è stato inconsapevolmente ma lo è stato lo stesso almeno una volta nella sua vita; pure io mi butto nella mischia, sono stata un'amante masochisticamente consapevole per circa un paio di anni. Lui, bello come il sole, alto fisico asciutto ma ben definito con tatuaggi vari da cattivone sexy, capelli castano chiari, occhi verdi e sguardo alla ti-sbatto-come-se-non-ci-fosse-un-domani, noto tra l'altro nel quel di Lucca non di certo per la sua diligente condotta ma per essere il classico bello e dannato, di quelli pieni di soldi che possiedono tutto ma che non sono mai contenti e quindi cercano sempre emozioni forti attuando comportamenti discutibili e credendo in ideali politici altrettanto discutibili che portano spesso e volentieri a compiere atti stupidi che sfociano nell'illegalità, dando vita così ad un susseguirsi di magagne processuali che non hanno mai una fine. Bene, il bello e dannato in questione, lo conobbi in età adolescenziale una domenica pomeriggio al Luna Park, figuratevi voi, e fu il classico colpo di fulmine, ma oltre a qualche bacio la cosa finì lì perchè io poco dopo decisi di rimettermi insieme al mio primo ufficiale amore, ma quel pomeriggio se mi troncavo una gamba invece di incappare nella sua allettante persona avrei sofferto di meno perchè dopo la fine del mio primo fidanzamento e l'inizio della mia breve ma intensa carriera universitaria, me lo ritrovai casualmente dinnanzi un sabato sera e di lì fu solo merda a ghiande visto che iniziò una relazione torbida e ambigua caratterizzata sopratutto da sesso violento, manco a dirlo, nella quale lui alternava momenti da single, dove oltretutto mi portava in giro allo scoperto insieme alla sua cerchia di amici che tanto sapevano tutto, a momenti da fidanzato ufficiale con la sua storica ormai ex, dove i nostri incontri divenivano segreti e furtivi. Durante tutta la suddetta torbida relazione mi sono sforzata di intraprendere altre frequentazioni ed ho fatto pure credere ad un povero cristo di essere impegnata seriamente con lui, ma come si dice dalle mie parti, non passava dalle porte perchè ogni qual volta che il bello e dannato mi chiamava io correvo immediatamente da lui bloccando qualsiasi cosa facessi e abbandonando miseramente qualsiasi anima pia che in quel momento mi deliziava della sua compagnia inventandomi balle clamorose alle quali tutti stranamente credevano, innamorata??!! A distanza di anni mi rendo conto di non esserlo mai stato, ero solo nella mia lunga fase del "voglio quello che non posso avere completamente ed esclusivamente" e quindi mi divertivo a farmi allegramente male fissandomi su un'idea malsana e mitizzando persone che fondamentalmente non valevano un granchè, per non dire un cazzo! ;)  Per farla breve comunque, la mia rivale in amore, nonchè sua ormai ex storica, sapeva di me e logicamente mi odiava e come potete ben pensare la cosa era reciproca, ma entrambe non riuscimmo mai a tirare fuori le palle per intraprendere un minimo di confronto nonostante ce ne fosse stata occasione visto che casualmente diverse volte ci trovammo nello stesso posto o nello stesso locale, sapete com'è, Lucca è piccola e incontrare chi non hai il piacere di vedere è un attimo, ma lui del resto ci aveva ammaestrato e istruito bene, infatti se ci fosse stata una minima bega tra noi aitanti donzelle ci avrebbe mandato a cagare e noi evidentemente non volevamo assolutamente perderlo. Ah logicamente lui era solito castigare chicchessia intraprendendo scopate occasionali con altre simpatiche donzelle o sfociando pure in vere e proprie orgette se capitava la situazione giusta, lei ovviamente non ha mai saputo nulla, ma io invece potevo godere dei suoi dettagliati racconti perchè io a detta sua ero la numero uno, quella che lo conosceva da una vita, quella di cui lui si fidava in pieno, quella brillante, quella che aveva gusto e stile nel vestirsi, quella con cui aveva un'affinità sessuale indescrivibile, quella con cui faceva le meglio scopate, quella che sarebbe andata sempre con lui anche quando si sarebbe sposata e io ascoltavo tutte le sue cazzate e soffrivo in silenzio, mi logoravo dentro senza fiatare, mi sfinivo a pensarlo costantemente aggrappandomi ad una realtà immaginaria nella quale lui finalmente avrebbe capito che ero io quella che davvero faceva al caso suo e andavo avanti così, comportandomi normalmente, facendo finta che mi andava bene così, fingendo che quello che lui mi offriva mi bastasse perchè sapevo che se avessi parlato la nostra torbida relazione sarebbe finita all'istante. Ironia della sorte, poi, fui io a mettere fine alla nostra storia del cazzo visto che m'innamorai per davvero del mio secondo ufficiale fidanzato e tra l'altro lui non digerì bene la cosa e cercò pure di ostacolarmi in tutti i modi arrivando quasi alle mani con questo ragazzo e anche se il tutto mi fece un insano piacere scelsi di andare avanti per la mia strada e di vivere finalmente una storia vera e sana perchè volevo guarire da questa malattia del masochismo, ero esausta, ero sfinita.
C'ho volutamente perso i contatti nonostante lui in questi anni a volte si sia fatto risentire, se lo becco in giro lo saluto tranquillamente, è chiaro, e visto che siamo amici su FB ogni tanto sbircio qualche scorcio della sua vita; non lo odio affatto, non sono mai riuscita ad odiarlo, troppo forte caratterialmente da schiacciare pure me e troppo intelligente, nonostante le sue cazzate, da passarmi diversi insegnamenti di vita che mi sono serviti più volte, infatti mi rimane un bel ricordo di lui e gli auguro tutto il bene di questo mondo visto che sono consapevole del fatto che se sono stata male è stata solo colpa mia, lui era sincero con me, sapevo tutto ma sceglievo di continuare a fare l'amante... Si può essere così masochisti??? Bah, per fortuna io sono guarita e sono felicemente fidanzata con l'uomo della mia vita che mi ama profondamente, mi accetta per ciò che sono e mi rispetta squisitamente, ma se c'è qualcuno che casualmente s'imbatte nel mio simpaticissimo blog e che si riconosce in una situazione simile a quella che ho vissuto io, voglio dire proprio a quella ipotetica persona di meditare, mediare bene e di prendere finalmente in considerazione il fatto che sicuramente vale di più di quello che pensa e che quindi si merita di più di una scomoda maschera da amante masochista.

With love,
Sara.

Ps: ho scritto di getto, sicuramente la mia grammatica avrà grosse lacune ma vogliatemi bene lo stesso! ;)

mercoledì 25 giugno 2014

...Delusioni Italiche...

Sono di poche parole oggi, sarà il tempo, il tipico temporale estivo, i fulmini, i tuoni, la dieta, le piccole delusioni settimanali, non so, ma quello che penso da ieri sera a cena è questo:

Una Nazionale che rispecchia pienamente la crisi economica e dei valori che da diversi anni caratterizza la nostra bella e decaduta Italia! PAGATELI MENOOOOOOOOOOO!!!




mercoledì 18 giugno 2014

Week end nel quel di Rimini

Pensavate eh che ero finita pure io nella terra degli scomparsi regnata dalla perfida Sciarelli eh..??!! E invece no, io sono ancora qua eh già! ;/ Ok, ok sono scleri fastidiosi da classica simpaticona di fine giornata lavorativa, vi dò quindi il permesso d'insultarmi virtualmente quando volete, anche ora, adesso, for eva!!! :/
Anyway, parliamo di cose semi-serie, il week end a Rimini si è rivelato molto rilassante e piuttosto soleggiato, alla faccia di tutti quei fottutissimi meteorologi che avevano preannunciato una sorta di fine del mondo caratterizzata da bombe d'acqua sovrumane con annesso e anomalo gelo invernale visto che le temperature dovevano abbassarsi di circa 15/20 gradi, perchè, almeno sulla riviera Romagnola, non c'hanno azzeccato una cippa lippa per non dire di peggio, infatti il classico temporale estivo c'è stato il venerdì notte e, come ben sapete, dopo un temporale viene sempre il sereno per cui fuck fuck e ancora fuck, ci siamo goduti giorni di mare tranquilli con una temperatura perfetta visto che la pioggia ha portato un pò di frescura scacciando così il caldo infernale da esaurimento nervoso degli ultimi giorni. Le vacanze della mia infanzia e della mia adolescenza si sono svolte quasi tutte a Rimini quindi i bei ricordi fioccano aiosa passeggiando per le vie di questa ridente cittadina e osservando attentamente la vita che mi circonda trovo aspetti mega-positivi che mi rendono soddisfatta di aver scelto questa meta per passare un week end, ma anche situazioni poco carine che mi portano a stramaledire proprio questa scelta:

TOP:
- La disponibilità, l'educazione e la gentilezza infinita dei Romagnoli che ci sanno proprio fare con i clienti non c'è storia.
- La "z" particolare della loro parlata che m'ispira sesso violento tutta la vita, ovviamente rispetto ai giovani uomini carini, nelle donne non mi fa nè caldo nè freddo...( non ditelo però alla mia dolce metà, ve ne prego)
- Il buon cibo, da che mi ricordo in Romagna c'ho sempre mangiato bene.
- La piadina Romagnola preferibilmente bresaola, rucola e stracchino...sbavo tutt'ora alla Homer Simpson, ve lo giuro.
- La velocità con la quale vengono servite le varie portate sia negli hotel che nei bar.
- I comodi lettini in rigorosa dotazione con l'ombrellone. (Per chi non lo sapesse, in Versilia con l'ombrellone ti danno le sdraio che sono di uno scomodo allucinante in confronto ai lettini con pseudo cuscino incorporato della Riviera Romagnola)
- Gli aiuto-bagnini che ogni 3 x 2 spazzano via la sabbia sulla passerella così da evitare ai clienti di scottarsi i piedi nelle ore più calde.
- Rivabella, zona tranquillissima dove abbiamo alloggiato, ideale per una coppia di vecchi dentro come noi perchè caratterizzata da mega-stormi di anziani, coppie adulte silenziose e famiglie felici con bambini straordinariamente educati che sembrava davvero di non essere a Rimini.
- I mezzi pubblici che non ti lasciano mai a piedi visto che passano continuamente, così non ti sorbisci il traffico notturno.
- I minimarket ai lati delle strade nei quali trovi veramente di tutto a prezzi davvero pari ai minimi storici, ideali se ti sei scordato qualcosa e se la notte in camera non vuoi morire di sete.
- La vita notturna con feste nelle piazze e lungo mare per tutti i gusti e tutte le età.

OUT:
- Le alghe marine che puzzolentemente dominano la riva e il fondale.
- Colonie di granchi in putrefazione sparsi per tutta la riva.
- Schiuma schifosa e appiccicaticcia in riva al mare proveniente chissà da dove e chissà perchè.
- L'orario della cena negli hotel prevista per le 19:30 manco fossimo tutti all'ospedale.
- Rifiuti umani di ragazzi allo sbando che durante le notti della Riviera si credono super-megabulli infatti urlando e sbraitando continuamente per le vie e ci fanno gentilmente sapere che sono pronti a gonfiare chicchessia perchè sono maschioni solo loro.
- Infiniti PR che insistentemente ti fermano e cercano d'indirizzarti nella discoteca che rappresentano non capendo che, anche se all'apparenza siamo relativamente giovani, dentro siamo degli anziani doc.
- Poraccio rimastone del quartiere di mezza età che barcollando ferma tutti e cerca di raccontarti le sue vicissitudini invano visto che è così ubriaco e fatto che invece di parlare incespica e biascica, solo alcune parole infatti riesce bene a dirle, forse perchè evidentemente sono quelle che ripete continuamente a chicchessia: HAI S-S-SIGARETA??!! - MI HANNO P-P-PICHIATTTTO - PRENDO METTTTADONE - HAI QUALCHE SOLDO T-T-TI P-P-PREGOOOO! E allora per levartelo dai coglioni gli dai qualche spicciolo e speri che muoia di qualche morte indolore per il suo bene visto che a quell'età ormai è irrecuperabile.

Baci, baci
Sara

PS: prossimamente se vi fa piacere, ma anche se non ve ne frega un cazzo, qualche fotina del week end Riminese la metto al sicuro, garantito al limone...vi toccaaaaaaa! :p


mercoledì 11 giugno 2014

Vicissitudini da sfigati

Il mio ridente santo-subito fidanzato questa settimana è in ferie, giusto un pochino di riposo prima del tour de force per arrivare al fatidico 17 agosto, giorno in cui parte la nostra prima ufficiale vacanza di una settimana nel quel della Sardegna; io ovviamente lavoro dato che da sciabigotta stacanovista quale sono m'è tornato male chiedere una settimana ai miei titolari visto che comunque in agosto chiudono l'ufficio per ben 2 settimane e poi insomma ragazzi, parliamoci chiaro, sono sempre in apprendistato e per farsi assumere al giorno d'oggi si tenta di tutto :( quindi comunque, capirete bene, che il week end però non me lo leva nessuno e pensavate davvero che avremmo gettato al vento questa rara occasione...??!! Eh no eeeehhhh!? Scemi siiiii ma fino a un certo punto eeehhhh!? ;) Andre infatti un mesetto fa ha trovato un'offertona sul web, non so in quale sito preciso perchè non ci capisco un cazzo di queste cose, che prevede un week end con 2 notti, 3 colazioni e 2 cene all'Hotel Harmony di Rimini a un prezzo veramente irrisorio, a una cazzata via volgarmente parlando! ;) Ho già iniziato a mettere in valigggia tutti i miei 25 costumi insieme a tutti i miei 200 vestiti estivi più carini accompagnati da tutti i miei sandalini più fashion, così giusto per avere qualcosina da mettermi, quando ho compreso che proprio da questo fottutissimo week end, giugno cambierà faccia e dal sole con annesso caldo torrido di questi ultimi ridenti giorni si passerà a una perturbazione megagalattica al limite del sovrannaturale che ci regalerà un brusco abbassamento delle temperature con forti temporali e qualche tromba d'aria sparsa qua e là così gusto per non farci mancare nulla :/ poi come se non bastasse, pare pure che io sia gravida da 7 mesi da gonfiore di imminente inizio del ciclo mestruale quindi potete immaginarvi le mie lamentose imprecazioni isteriche riguardanti il fatto che sono grassa, faccio schifo, mi sta male tutto, sono obesa, voglio morire, mi ammazzo...e ovviamente a Rimini c'avrò il ciclo garantito al limone...
Sarebbe meglio disdire il week end perdendo miseramente i nostri risparmi, ma così facendo credo seriamente che perderei anche la mia dolce metà ritrovandomi così affranta a fare domanda per partecipare al Trono Over di Uomini e Donne ritenendomi ormai senza speranze, quindi mi dovrò cucire la bocca e partire fingendo una gioia infinita con attacchi d'isteria compulsiva e omicida quando il mio fidanzato si gira o dorme...aaaaahhhhh che non si fa per amoreeeee...! Aaaaaaahhhhhhh l'amurrrrrrrrrr...! :/ Comunque ormai è chiaro, cari lettori, altro che Saturno contro, noi contro c'abbiamo tutto il cosmo cristooooooo! :(








venerdì 6 giugno 2014

Lezioni di ordinaria follia! :o

Lezione di Zumba

Appena arrivata, poso nello spogliatoio la mia bag formato gigante di Burberry riciclata da mia mamma a sua volta riciclata da sua cugina della serie si sono snob solo io anche se è dì 2 generazioni fa ma tanto voi non lo sapete, quando si avvicina la mamma della mia insegnante di zumba che ha il compito di segnare le ragazze alle lezioni e di accertarsi che esse paghino regolarmente il mese ma che non ti sà mai dire quando finisci il mese e devi quindi pagare la consueta quota mensile risultando totalmente inutile :/

- mamma dell'insegnante: ti ricordi quella volta che vi ho fatto un video?
[si, eccome, ricordo pure le stramaledizioni ingiuriose che ti ho mentalmente tirato quando ho compreso che l'hai postato immediatamente sulla pagina Fb della scuola di danza rovinandomi per sempre una reputazione accettabile che mi ero faticosamente creata durante la mia gioventù visto che ero in prima fila, sudata come un porco con fottutissima ascella pezzata annessa e pancia al sesto mese di gravidanza da ritardo di ciclo mestruale]
- io: Ah si si mi ricordo :)
-mamma dell'insegnante: eh perchè riguardandolo ci siamo accorte che tante di voi non lavorano tanto, cioè non è che lavorate male perchè i passi li fate bene, però dovete lavorare di più, a voi vi sembra di lavorare tanto ma poi non è così
nb: all'udire di queste parole si avvicina una una mia collega di zumba che la vedo solo una volta a settimana e che a mio parere potrebbe allegramente starsene a casa davanti alla tv a mangiarsi le peggio schifezze tanto è secca come un chiodo, maledetta lei (l'invidia è una brutta bestia lo so :/ )
-io: ah davvero?! Eppure sembra di durà fatica a bomba!
-collega di zumba secca: eh davvero eh poi col caldo di ora si dura ancora più fatica...
-mamma dell'insegnante: no ma te non mi preoccupi te lavori tanto (rivolta alla secca)
[benisssssimooooo! In quelle tante di voi che non lavorano tanto vi faccio parte pure io e non la secca forse perchè sta stronza non ha una 3°abbondante di seno della pesantezza minima di un quintale che gravano pericolosamente sull'agilità dei miei fottutissimi movimenti quindi cara secca dal taglio alla "Salvate il soldato Ryan" che non ti dona per nulla FOTTITI e FOTTITI anche te maledetta tardona incallita della mamma dell'insegnante che ha l'utilità di un pesce rosso! :/]

Arriva l'insegnante e prima di iniziare la lezione ci chiede un pò di attenzione:
"Zumbere, qui si perdono 800 calorie a lezione ma se poi andate a casa e vi mangiate un bue intero fallendo miseramente i vostri propositi di perdere qualche chilo con la zumba non è colpa mia ma siccome molte di voi si lamentano perchè è da settembre che vengono e non hanno ancora perso peso ci penso io ora...INIZIAMOOOOOO!!!" (con urlo malefico)

Inizia la lezione e parte la solita canzoncina tranquilla di riscaldamento e pensi "bhè è la solita lezione di sempre, bene sono pronta", ma invece la ridente insegnante prosegue a raffica con le coreografie passandomi accanto con fare minaccioso, inizialmente la ignoro perchè vedo che fa la stessa cosa con altre povere malcapitate, poi mi ripassa accanto ed esclama SALTAAAAAAA!!! SALTAAAAAAAA!!! con voce da malefico orco e ancora SVEGLIAAAAA!!! SVEGLIAAAAAAA!!! che mi pare quasi di essere una partecipante di Hell's Kitchen scorgendo il tipico tono di voce e la cadenza del famigerato Chef Cracco.
Nuova coreografia e me la ritrovo accanto SUDIIIII EH SUDIIIIIII???!!! e io impaurita dal suo tono di voce mostruoso e dal suo sguardo da psicopatica seriale incallita abbozzo un timido mezzo sorriso e mi scivolano pure dalla fronte delle luride goccioline di sudore che mi fanno credere di essere al sicuro perchè cazzo sto sudando cristo quando mi sento arrivare una sonora pacca sul culo accompagnata da una voce gutturale dall'oltretomba CORRIIIIIIIII!!! SCATTAAAAAA! FATE TUTTE UNO SCATTOOOOOOO!!! DAIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!! Le canzoni si susseguono senza sosta e la mia insegnate sembra indemoniata, tra di noi ci guardiamo impaurite come per dire "ma mò questa cazzo ha preso oggi, è fori di testa" , alcune chiedono lamentosamente pietà, altre si reggono al muro trafitte da dolori corporali, in diverse fingono urgenze fisiologiche per potersi riposare in bagno, qualcuna è talmente rossa in faccia con annesso trucco colante che pare abbia subito or ora uno stupro violento ma l'insegnante di zumba non s'intimidisce e a fine lezione urla maleficamente:
"DA LUNEDI' PROSSIMO VI SPACCOOOOOOOOOO!!! VI SPACCOOOOOO TUTTEEEEEEEEEEE!!!"

La mia carriera da zumbera finisce ufficialmente qui, ho paura, tanta paura! :o





martedì 3 giugno 2014

Sfogo personale!!!

Ora come ora se non ti fai un Selfie non sei nessuno, la rete è invasa dai selfie, chiunque dal più vecchio al più giovane ne pubblica un paio al giorno come se a chicchessia fregasse qualcosa, dove ti giri t'imbatti in disperati esemplari di Homo Sapients intenti a scattare a raffica varie foto di loro stessi con immancabile litigata finale per decidere quella venuta peggio da postare su fb, ad esempio ieri al mare durante la solita passeggiatina sulla battigia insieme alla mia dolce metà ho scorto una coppia in età avanzata con il culo rivolto verso il mare e il cellulare teso impugnato da entrambi che si facevano selfie a randa stando diligentemente attenti a centrare nel miglior modo possibile i loro visi ormai rugosi e lì ho seriamente compreso che tutto ciò ci ha paurosamente danneggiato mentalmente for eva! :o Che poi, cari lettori, cos'è un selfie??!! Il selfie è il caro vecchio e buon autoscatto e io sono circa 15 anni che mi scatto foto a raffica da sola con la speranza di trovarne almeno una in cui vieni così bene che a volte non sembri neanche te, quindi questi poracci di super mega star vorrebbero davvero farmi credere che sono stati loro qualche mese fa ad inventare questa pratica per primi???!!! Ma andatevene tutti a pigliavvela sonoramente nel culo va! :o

mercoledì 28 maggio 2014

...E vai con la lista...! ;)

Listography#3 : Yours favourites shops - dove spendi tutti i tuoi quattrini -



Premetto subito che più vado avanti con gli anni più mi rendo conto di essere una delle peggiori compratrici compulsive croniche sulla faccia della terra quindi, invece di migliorare col tempo mettendo testa come sarebbe anche giusto, peggioro spudoratamente con l'avanzare della vecchiaia, evidentemente mi rincitrullisco ogni giorno di più :(

  • ZARA ricordo ancora la prima volta che vi misi il mio delicato piede varcando così la soglia del mio parco giochi preferito, avevo appena raggiunto la maggior età e mi trovavo a Pisa con un'amica e fu subito amore folle a prima vista perchè ogni capo rispecchiava in pieno lo stile a cui aspiravo da tempo infatti ancora oggi resta la mia fonte principale d' ispirazione in assoluto dove spendo spudoratamente gran parte del mio stipendio visto che per me Zara non delude mai! ;)
  • H&M anche qui, da malata mentale quale sono, ricordo la prima volta in cui varcai la scintillante soglia del punto vendita di Firenze in una mattina di primavera dove mi ero divertita a salare la scuola insieme al mio primo ragazzo e anche in questo caso, manco a dirlo, fu subito amore eterno a prima vista sia per lo stile rockeggiante da sempre intrinseco nella mia anima ribelle che il brand proponeva, sia per i prezzi alquanto modici dei vari capi, infatti tutt'ora resta il negozio dove compro veramente di tutto, dalle borse alle scarpe, agli accessori, fino ai vestiti in se per se regalandomi sempre outfit particolari e fashion a prezzi ridotti per cui, cari lettori, H&M tutta la vita a bomba! ;)
  • OVIESSE in tanti lo snobbano come brand ma a me sinceramente piace, certo bisogna avere occhio e bravura nel saper scegliere sapientemente cosa è in e cosa è improponibile perchè a volte, come si dice volgarmente a Lucca, caga un pò fori dal vaso, comunque spesso e volentieri mi ha regalato outfit molto carini e fashion che ho sfoggiato anche in occasioni speciali donandomi sempre quella porca figura che ricerchiamo costantemente ;)
  • STRADIVARIUS trovo che sia un brand fresco e sempre al passo con i tempi a prezzi nettamente modici che regala sempre gioie immense :D
  • PIMKIE l'ho scoperto 20enne in un pomeriggio di shopping compulsivo nel quel di Pisa insieme alla mia amica V. e da quel giorno la mia capatina fissa ce la faccio sempre quando vado in giro per negozi visto che spesso e volentieri mi ha regalato capi carini e fashion a prezzi bassi soprattutto nel periodo estivo dove propongono dei costumini veramente deliziosi e alquanto particolari a un costo piuttosto irrisorio ;)
Dopo aver letto la mia Listography le più astute avranno sicuramente capito che il mio motto è  non importa dove compri ma cosa compri perchè tesoro, è inutile che ti concedi un vestito di Gucci se poi non hai gusto e ti sta oltretutto male, you understand??
Baci, baci ;)

mercoledì 21 maggio 2014

...My happy city...! ;)


Lucca, ridente città Toscana nota soprattutto per le sue particolari Mura che delimitano completamente tutta la sua estensione e che richiamano ogni anno una miriade di stranieri da tutto il mondo muniti rigorosamente di mega-fotocamere all'ultimo grido. Lucca, odiata e amata contemporaneamente dai suoi cittadini perchè pur lamentandosi del fatto che effettivamente è una città per vecchietti arzilli sostenendo ovviamente che non c'è mai un cazzo da fare soprattutto la sera e che i pochi posti di aggregazione che abbiamo quali una discoteca ufficiale e qualche disco-pub sono frequentati sempre dalle stesse fottutissime persone, sono tutti consapevoli  del fatto che da essa, più di un paio di settimane, non riescono a starne lontani altrimenti ne sentano un'impellente e soffocante mancanza.
Personalmente amo la mia città alla follia sia per la sua tipicità storica sia per il suo stile di vita pressochè tranquillo, certo in anni ormai passati ci sono stati piccoli momenti di stramaledizione denotati soprattutto dal fatto che quando non vuoi assolutamente vedere quella determinata persona puntualmente te la vedi passare davanti agli occhi con aria da tipico telefilm adolescenziale perchè purtroppo i posti da frequentare la sera sono sempre e solo quelli, però ecco se quella persona sopra nominata la vuoi assolutamente beccare in giro a mò di stolkerizzatore stai tranquillo che sai benissimo dove andarla a cercare per cui, cari lettori, il rovescio della medaglia è notevole! ;) A mio parere il video che ho postato a inizio post (mi complimento da sola per il patetico giro di parole appena menzionato) dice tutto, è uno squarcio veritiero della bellezza e della genuinità di Lucca per cui se non sapete bene cosa nel determinato momento in cui malauguratamente o fortunatamente v'imbattete in questo mio simpaticissimo blog, vi invito caldamente a guardarlo, io l'ho fatto più volte anche se sono palesemente di parte e ogni volta mi sale quel magone portatore di timide lacrime agli occhi che mi fa comprendere quanto io ami la mia città e quanto io sia fortuna ad essere nata qui e a domandarmi ossessivamente ma io, quando hanno girato questo cazzo di video, dove stracazzoilina ero???!! Cioè scorgo in esso varie figure "familiari" tipo gente che ha frequentato il mio stesso stramaledettissimo liceo, la cugina del mio caro amico M. e perfino una mia immonda ex fiamma che è ancora più brutto e basso di quanto mi ricordavo e quindi io, dove cazzo erooooo???!! Non ci dormo la notte ragazzi! Aaaaaahhhhh! Che rabbiaaaaaaa! :/

sabato 17 maggio 2014

...Take a holiday...! ;)

Ehi bella gente, rimembrate che qualche post fa vi scartavetrai i coglioni con le paranoiche indecisioni su possibili e abbordabili mete per la prima ed ufficiale vacanza d'amore tra me e la mia dolce metà...?! Ebbene si, ragazzi, le Holiday 2014 sono decise e la foto che ho postato qui a fianco per me dice tutto: go to Sardiniaaaaaaaaaaaaa! ;)
Se non ricordo male, la Sardegna non l'avevo nemmeno nominata tra le possibili mete che volevamo visitare ma visto che abbiamo dovuto scartare immediatamente Fuerte Ventura perchè Andre, essendo uno degli ultimi arrivati a lavoro, per il mese d'agosto è riuscito ad accaparrarsi solo una settimana che inizia dalla domenica 17 alla domenica successiva e guarda caso, i voli da Pisa per la meta spagnola tanto desiderata partono solo di giovedì, cari lettori, capirete bene che purtroppo sto posto non s'ha da visitare manco morti! :/ Quindi ci siamo dovuti riversare su una possibile regione nostrana e comprendendo subito che il tragitto da Lucca alla Puglia è davvero na mazzata contando che io ho spudoratamente recitato la parte della Valeriona Marini in Bambola per riuscire a prendere la patente, la responsabilità del viaggio ricadeva solo sul mio povero amore provato tra l'altro dal lavoro, per cui avendo a cuore la nostra incolumità, abbiamo deciso di traghettarci verso la Sardegna dato che l'imbarco avviene nella vicina Livorno. Su consiglio di un nostro amico di famiglia abbiamo deciso per Budoni, località vicina a San Teodoro che qualche anno fa avrei categoricamente snobbato dato che era la meta indiscussa dei Lucchesi della mia generazione per cui oltre a vedere sempre la stessa gente tutto l'anno la maggior parte di loro si divertiva furbamente a passare le ferie con la visuale delle stesse fottutissime facce, cosa ovviamente che io non ho mai nè capito nè condiviso,  ma ora fortunatamente le cose sono cambiate infatti Facebook mi ha gentilmente informata che dal 2012 circa le pecore della mia città si sono riversate tutte su Gallipoli quindi sono lieta di sbarcare in terra straniera e di non avere il piacere d'incontrare nessun vicino di casa oh ecco! ;) Per il soggiorno, in tacito accordo con la mia dolce metà, ho deciso per l'affitto di un bilocale o un piccolo appartamento per due fondamentali motivi:
1. L'appartamento costa di più di un residence o di un hotel i quali ti spennano letteralmente viva.
2. La maggior parte delle strutture alberghiere oltre a dissanguarti spudoratamente non hanno nemmeno l'accortezza di offrirti una fottutissima colazione quindi se dobbiamo andare 3 volte al giorno a mangiare qualcosa fuori si sta freschi perchè oh come d'agosto aumentano i prezzi dei soggiorni aumenteranno sicuramente anche quelli della ristorazione d'altronde!
Ovviamente le comiche per prenotare: nonostante abbia specificato che preferivo il soggiorno in un appartamento, Andre preso dalla foga e dall'ansia che ti mette Booking informandoti che ti devi affrettare perchè ovunque sono rimasti solo gli ultimi appartamenti disponibili e te come un pirla logicamente ci credi, ha prenotato una stanza da letto in una struttura che non si degnava nemmeno di deliziarci con una sana colazione, giustificandosi solo con un "amore dai ho letto male" che ha scatenato così tutte le mie più feroci ire ed imprecazioni indicibili nei suoi confronti con l'amara conclusione dell'inizio di una litigata epica alle 23:30 di una tranquilla serata primaverile le cui grida hanno svegliato tutto il vecchiume di vicinato che purtroppo mi ritrovo. Logicamente il giorno dopo la mia dolce metà ha chiamato la struttura in questione pregando miseramente il proprietario di disdire la prenotazione spiegandogli piagnucolosamente la questione, ovvero che la sua ragazza, cioè io, si era arrabbiata a morte perchè preferiva optare per un appartamento visto che è a dieta perenne e tutto ciò la rendeva sicuramente intrattabile portandolo così ad un preannunciato esaurimento nervoso...ovviamente il proprietario, ridendo sotto i baffi, ha avuto pietà di lui ed ha tranquillamente acconsentito alla sua richiesta senza apportarci sanzioni pecuniarie.
Quindi, cari lettori, tutto è bene quel che finisce bene, per cui caro e futuro nido d'amore presso l'alloggio "Gli Oleandri Rossi" a Tanaunella preparati che presto arriviamooooooooo! ;)


martedì 13 maggio 2014

...Della serie:amicizie di merda...!

Purtroppo non sono mai stata un granchè fortunata con le amicizie femminili, sarà che non è facile mantenere nel tempo un rapporto amichevole con il gentil sesso visto che spesso subentrano competizioni varie di prima donna o fidanzati di turno che remano allegramente contro e sarà pure che sicuramente sbaglio in qualcosa ma nonostante i miei 29 anni suonati non capisco ancora in cosa, fattostà comunque che nel corso della mia vita ho perso per la via varie figure femminili con le quali ero convinta di avere un solido rapporto di amicizia...
...Brevemente, sennò si fa notte, ai tempi del liceo fino ai 23 anni circa la mia indiscussa migliore amica era la signorina D. la quale oltre ad essere la mia compagna di banco era anche la mia compagna di vita visto che facevamo amichevolmente coppia fissa ovvero andavamo in giro insieme sempre e comunque, in poche parole dove c'ero io c'era anche lei. Ci compensavamo noi due, io egocentrica, appariscente, estroversa, impulsiva, agitata e chiacchierona, lei posata, timida, tranquilla e riflessiva, lei calmava me ed io cercavo d'infondere in lei un pò più di spigliatezza. In una delle nostre serate in giro per locali conobbi un tipo con il quale di lì a poco iniziai una relazione seria ma visto che la dolce D. era ancora single organizzavo i week end in modo tale che lei non restasse a casa da sola a deprimersi, infatti ci univamo tutti e tre al gruppo di amici del ragazzo in questione così da passare serate piacevoli tutti insieme appassionatamente. Dopo un pò di tempo anche D. conobbe un discreto ragazzotto e di lì a poco anche per lei arrivò l'amore ed io ero super felice per lei nonostante che i il rapporto tra me e il fidanzato di quel tempo stesse andando allegramente a puttane infatti a breve mi ritrovai disperatamente single. Ora, ci tengo a precisare che io non ho mai preteso nessun tipo di reazione dalla timida D. ma d'altronde quando le avversità ti colpiscono in pieno viso sfido chiunque a non cercare conforto nell'amica più cara che si ha e in un primo momento effettivamente ella manifestò un minimo di compassione nei miei confronti ma poi, con il passare dei giorni, iniziò a negarsi fino a sparire del tutto, infatti non rispondeva ai miei sms, buttava giù alle mie chiamate, dava allegramente buca ai nostri incontri inventandosi scuse improponibili e non mi cercava mai proprio come è solito comportarsi un bimbetto di merda che non ha il coraggio e le palle di lasciare la propria fidanzatina di turno! Ovviamente io volevo spiegazioni, cazzo le esigevo, quindi le proposi di fare due chiacchiere davanti a un caffè ma invece di rispondere alla mia richiesta mi arrivò il seguente sms:
" Ciao Sara, mi dispiace per come stanno andando le cose tra di noi, come ci stai male te ci sto male anch'io ma il nostro rapporto non era più un rapporto di  amicizia normale, eravamo come fidanzate, io non potevo lasciare sola te e te non potevi lasciare sola me e tutto questo mi pesa...spero che col tempo capirai, ti voglio un bene di vita ricordatelo."
Però oh quando ero fidanzata io ma organizzavo le serate con l'unico scopo di non lasciarla in casa da sola invece di passare ore di fuoco con il ragazzo del momento era ben propensa e contenta eh?! Li mortacci suaaaaaa!
Comunque la conclusione è stata che io le spiegazioni di questo sms non le ho mai ricevute nonostante le avessi gentilmente richieste e che tutt'ora se sfortunatamente mi becca per strada abbassa la testa e fa finta di non vedermi quando io invece la fisso a testa alta con la speranza che abbia le palle di guardarmi perchè io non mi sento assolutamente in torto e credo di essermi comportata benissimo con lei e in quei momenti mi vengono in mente la parole del caro buon vecchio e saggio Mr V. nonchè mia ex fiamma: "Cara Sara, la signorina D. non era D. era l'amica di Sara, tutti la conoscevano così, non per il suo nome...te hai una personalità forte e la schiacciavi prepotentemente, si vedeva lontano un miglio, per cui è inevitabile che non abbia retto più il colpo!"
Non sò se la motivazione è questa e a questo punto ho la netta sensazione che mai lo saprò ma credo che in un rapporto c'è sempre la personalità dominante e quella un pò più debole che si lascia maggiormente trascinare, è la vita, ma le cose importanti per me sono altre, ovvero il rispetto, la comprensione, il volersi bene, il sostegno reciproco e la sincerità, caratteristiche che io ho sempre portato avanti in ogni mio rapporto per cui cara piccola D. c'hai perso te alla grande! Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr! :p


venerdì 9 maggio 2014

...Della serie:scene apocalittiche...! :o :(

Ragazzi c'ho preso gusto e stipulo ufficialmente la mia 2° Listography!

Listography #2: Pets you had and their names

- traslate:animali che hai avuto e i loro nomi - per chi fosse un pò 'gnurantello ;)


Premetto subito che uno dei miei più grandi desideri fin dai tempi dei tempi è quello di prendere un gattino magari un trovatello, quelli che militano tristemente nei mercati accatastati in anguste gabbiette, preferibilmente con il pelo rossiccio dato che nella mia mente malata coloro che sfortunatamente sono nati con questo colore sono sempre stati malvisti, emarginati e perseguitati, proprio perchè desidero dare al fortunato un futuro migliore, una casa calda e tanto amore...si lo so, sicuramente soffro della sindrome della crocerossina, lo ammetto, ma non importa perchè io ho già scelto il suo nome, Rubino, si chiamerà Rubino!;)
Logicamente Miss precisina rotta in culo ma santa donna di mia madre ha sempre ostacolato questo mio desiderio sostenendo che la casa è sua e non permetterà mai e poi mai che nessun tipo di felino la rovini con le sue dolci unghiette e i suoi amorevoli dentini o la impuzzolisca con il soave odore della sua merdina e così aspetto in gloria di andare a convivere con la mia dolce metà per rendere finalmente realtà il mio piccolo sogno.

La suddetta ridente mammina, comunque, durante la mia infanzia ha cercato di smorzare i miei lamentosi capricci da insoddisfazione di desiderio non avverato comprandomi altri animaletti che ho sempre ritenuto delle "bestioline inutili" visto che non potevano ricambiare il mio amore e non riuscivano a soddisfare quel vuoto interiore che solo un tenero gattino poteva colmare...

- Vari pesci rossi senza nome. Ogni volta che c'era la fiera del Settembre Lucchese mi fermavo ad ammirare piangente la bancarella degli animali dove nelle squallide gabbiette militavano i gatti più svariati pronti per essere adottati per cui i miei genitori per farmi stare zitta mi compravano il classico pesce rosso insignificante che veniva poi messo nella classica boccia senza ossigeno che diveniva dopo pochi giorni la sua tomba visto che ogni fottutissimo pesce da rosso mi diventava bianco e passava immediatamente a miglior vita nella sua tipica posizione a pancia in giù.
- Tartarughe anch'esse senza nome. Visto che il giardino di casa era diventato un cimitero per pesci rossi, i miei genitori decisero che potevo trovare piacevole la presenza di 2 tartarughine d'acqua che, esiliate da mia mamma, risiedevano sul nostro balcone di casa in quella classica vaschina rotonda con palma verde di plastica annessa che ti rifilavano i commercianti della fiera se decidevi di darti alla cura delle tartarughe. Ogni stramaledetto giorno cercavo di donare il mio amore ai rettili che avevamo adottato ma ogni fottutissima volta che li prendevo delicatamente nelle mie dolci manine per coccolarli un pò, si ritiravano immediatamente nei loro luridi gusci portandomi all'esasperazione e all'insoddisfazione più totale fino ad arrivare al rigetto e all'odio nei loro confronti di fatto era il mio papà a prendersene cura e aveva l'insolita abitudine di dargli da mangiare il macinato fresco invece del loro puzzolente mangime e ben presto grazie alla carne divennero delle tartarughe ciccione, talmente grosse da riuscire ad uscire dalla loro psichedelica  piscinetta gialla. Un giorno di rientro a casa, erano sparite, roba da "Chi l'ha visto?" ve lo giuro, immaginammo che fossero scavalcate dalla vaschina e sfortunatamente cadute dal primo piano...in realtà piuttosto che godere della nostra piacevole compagnia si erano allegramente suicidate! :/
- Topazio, il merlo. Lo so è un nome di merda ma vallo a sapere te cosa si cela nel cervello di una bimbetta viziata di 8 anni!?! Anyway, in una calda mattina di una spensierata estate un piccolo merlo cercava di riuscire invano a spiegare le ali, sicuramente era caduto dal nido ma non era ferito e sembrava godere di ottima salute, l'astuto di mio papà decise di catturarlo, metterlo in una lurida gabbietta trovata nei meandri della nostra cantina, nutrirlo, accudirlo e una volta maturo, lasciarlo libero di volare nel cielo; cinguettava dolcemente dalla mattina alla sera, era vivace e si faceva accarezzare, mi piaceva e passavo molto tempo ad osservarlo, anche quando mio papà con uno stecchino da denti gli dava il suo poltiglioso mangime e mi ripeteva che a nutrirlo era meglio che ci pensasse lui visto che io ero troppo piccola per farlo...siccome non sono mai stata una bambina tanto obbediente, un bel giorno di nascosto dai miei, afferrai lo stecchino con il mangime e lo porsi gentilmente al tenero becco del merlo il quale afferrandolo iniziò a tirarlo così forte che mi spaventai e mollai la presa: Topazio ingollò letteralmente lo stecchino da denti strozzandosi! Morì di una morte violenta poco dopo e io ero la colpevole, erro un'assassina efferata, lo avevo ucciso! Piansi amaramente per giorni, non volevo più uscire di casa per cui mamma, preoccupata, ingaggiò la mia amichetta del cuore di quel periodo affinchè mi convincesse a tornare alla mia vita di sempre...ci misi del tempo per riprendere il tram tram quotidiano ma ancora oggi ho fissa nella mente la scena raccapricciante del merlo che agonizzante cerca invano di risputare lo stecchino contorcendosi terribilmente ed emettendo dei versi assurdi di dolore con il becco... :(

Dai fatti grazie agli episodi appena narrati il mio sensibilissimo padre afferma che qualsiasi essere animale io prenda, il povero malcapitato risiederà nelle mani della sua ultima padroncina...la morteeeee! :/

martedì 6 maggio 2014

Tiè!!!

Bonjour mon amie!
Desidero solamente informarvi che ho allegramente superato la prova costume sia giovedì 1°maggio che domenica 4 maggio! Tiè! ;) Ok, ok, sono le prime giornate miti e al mare non c'è ancora un cane escludendo ovviamente i malati mentali stacanovisti compulsivi come me e la mia dolce metà, della serie chi si piglia s'assomiglia, quindi ho avuto meno timore nello sfoggiare le mie cicciettine bianche...in tutti i casi è più forte il mio desiderio di prendere un pò di abbronzatura rispetto alla paura di mostrare le mie dolci membra per cui anche per quest'anno sono decisamente a cavallo e ormai non mi ferma più nessuno alla faccia di tutti quelli che solitamente stanno a scrutare le fisicità altrui per trovarne i difetti peggiori! FUCK FUCK FUCK!

Con amore,
la vostra Sara! ;)

mercoledì 30 aprile 2014

...Avventure da single...

Immaginatevi di poter tornare indietro nel tempo, più precisamente nell'inverno del 2008...

...Sabato sera, 3 giovani fanciulle di grandi speranze decidono di andare a fare 4 salti in un noto locale della Versilia con l'intimo desiderio di beccare qualche aitante ragazzotto di animo gentile e di piacevole aspetto; in pista si scatenano come se non ci fosse un domani accerchiate da vari sedicenti ragazzotti di indubbie provenienze e note reputazioni quando le loro menti sono distratte dal passaggio felpato di un giovane maschietto alquanto appetibile e i commenti, più o meno porno, partono all'istante alimentati poi dal fatto che il ragazzotto in questione ci prende gusto e inizia a passare accanto alle ragazze sempre più spesso sfociando quasi nel ridicolo più totale. Ad un certo punto le danze della fanciulla S. sono bruscamente interrotte dall'arrivo di un senza speranza aborto umano che la informa gentilmente che il suo amico vorrebbe avere il piacere di conoscerla indicando proprio quel gran pezzo di gnocco che aveva piacevolmente turbato pocanzi gli animi delle giovani donne infondendo una gran botta di autostima all'orgoglio della piccola S. Tra la folla danzante e la musica assordante i due cominciano a parlare avvicinando le bocche alle rispettive orecchie per farsi capire l'uno dall'altra scoprendo sia diverse affinità che alcuni aspetti un pò negativi perchè il bel giovane è di Viareggio, località che dista un 40/45 minuti da Lucca, e cosa maggiormente fastidiosa ha 3 anni meno della ragazza e, si sa, i fanciulli maturano molto dopo rispetto alle ragazze quindi figuriamoci se il maschio in questione è anche più piccolo :/ ma nonostante ciò la signorina S. di fronte alle carinerie e alla bellezza del giovane decide di cedere alla sua richiesta di concedergli il numero di cellulare. Fin dalla notte stessa il bel signorino V. si mostra molto interessato alla piccola S. riempiendola di dolci sms e chiamate carine iniziando così un serrato e gradito corteggiamento che mette a dura prova anche l'animo da "figa di legno che se la tira fino alla morte" della bella ragazza che infatti dopo circa una settimana decide di lasciarsi andare accettando un primo ufficiale appuntamento con il bel rampollo spinta anche dalle sentite approvazioni delle sue 2 amiche. L'uscita serale si rivela molto piacevole, il giovane V. oltre ad essere veramente carino, curato e stiloso, è pieno di premure nei confronti di S. infatti la riempie di complimenti sia sul suo aspetto fisico che sul suo modo di vestire e di ragionare infondendo ulteriori botte di autostima nell'animo della ragazza che in quel momento ne ha proprio bisogno e infatti lì casca il morto e tra i due scocca il primo dolce bacio; si sussegue dunque un'assidua relazione voluta fortemente dal signorino V. fatta di uscite romantiche, pensieri carini, messaggi continui, chiamate spensierate, regali squisiti quali fiori, accessori e vestiti, sorprese sul posto di lavoro, infatti in quel periodo S. lavora al Mediaworld e lui più volte si presenta senza preavviso in negozio aspettando l'ora in cui lei stacca per poi accompagnarla a casa a cambiarsi e passare infine la serata insieme, presentazioni varie a suo fratello e a sua sorella, nonchè ai rispettivi amici, progetti futuri di vacanze insieme e quando la piccola S, invidiata poi peraltro spudoratamente dalle 2 sue amiche che vedono in lui il classico principe azzurro, decide seriamente di concedersi anima e corpo sentendosi sicura dell'interesse del bel giovane, egli sparisce letteralmente non dando più notizie di sè per giorni. Tale silenzio ovviamente getta nello sconforto più totale sia la povera S. che le sue amiche , le quali spingono la ragazza a contattare tramite sms e chiamate il giovane V. senza però ricevere alcuna risposta, quando così dal nulla, arriva un sms con aria allarmante sul cell della giovane donna:
"Ciao piccola, sono V. scusa se in questi giorni non mi sono fatto sentire ma ho dei problemi seri. A presto." 
Fioccano le domande "ma che ha fatto?" "Che sarà successo?" Ora che faccio?" e con l'aiuto delle amiche la povera S. formula un sms di risposta carino e comprensivo: 
"Ciao V. mi dispiace tanto per la situazione in cui ti trovi, vorrei saperne di più quando te la senti, sappi che ti sono vicina e aspetto tue notizie. Un bacio grande!" 
Tale sms però non ottiene risposta, allora la ragazza allarmata prova a chiamare varie volte il povero V., spinta anche dalle preoccupazioni delle amiche che sono estremamente sicure che sia successo davvero qualcosa di spiacevole al bel ragazzo sostenendo che si è comportato troppo bene per credere che sia un bugiardo, ma non riceve mai alcun segno di vita; passano i giorni ma vige sempre il silenzio più totale e allora una delle amiche della povera S. si propone di chiamarlo a casa per saperne di più:
- sconosciuta: "pronto?"
- amica: "pronto, è possibile parlare con V.?"
- sconosciuta: "chi lo vuole??"
- amica: "sono una sua amica"
- sconosciuta: "ah ok io sono sua mamma e V. non c'è, è uscito fuori con il motorino ma non so di preciso dov'è andato"
- amica: "scusi la domanda signora, ma sta bene??"
- mamma di V. "Si benissimo perchè?? E' successo qualcosa?? E' caduto di motore??"
- amica: "no signora stia tranquilla, mi sono confusa io. La ringrazio e la saluto."

Per chi non lo avesse ancora capito la signorina S. in questione sono proprio io e questo è l'esempio lampante di come farsi palesemente e beatamente prendere per il culo dal primo classico bimbetto carino e gentile tutto complimenti e moine che ti passa sfortunatamente davanti infatti il bel rampollo non si è fatto mia più sentire e poche settimane dopo, navigando su FB, ho scoperto che si era rimesso con la sua ex...MEDITATE GENTE, MEDITATE! :/

venerdì 25 aprile 2014

PANICO PA-PA PANICO PAURAAAAAA! :O

Siccome sono la solita pappagalla che si lascia influenzare dalle mode del momento, anch'io sento il legittimo bisogno di stipulare una gran bella Listography da manuale, proprio come'è solita fare la più seria delle blogger.

Listography#1 - Panico pa pa panico paura! -

Your biggest fears 

  • La morte. Non sto parlando del mio trapasso a miglior vita, (che poi chi lo sa se ci aspetta davvero una miglior vita) ma dello spegnersi dei miei genitori; fin da piccola se la notte mi veniva in mente che il mio papi e la mia mami un domani potevano non esistere più vi giuro che non dormivo manco morta e scusate il francesismo, quindi figuriamoci ora che iniziano ad essere in su con l'età come la mia paura cresca terribilmente giorno dopo giorno regalandomi momenti infiniti di sconforto che mi fanno seriamente credere che quel giorno, con loro, morirò pure io.
  • I ragni. Tutto ebbe inizio quando da bambina mi appropinquai con tranquillità verso il gabinetto per espellere una bella pisciatina e, nel momento in cui capisci che devi prendere la carta igienica per asciugarti la patatina, da essa uscì un terribile ragno rosso grosso e peloso...in quel preciso istante compresi che il caro buon vecchio Bolt a me mi faceva una pippa visto che corsi via disperata più veloce della luce con le goccioline di pipì che cadevano ovunque come da copione di una scena tragicomica da film demenziale :o Ancora oggi, comunque,  prima di esplicare qualsiasi bisogno controllo accuratamente che non ci sia qualche sgradevole sorpresina nella carta igienica! :/
  • Invecchiare. Ebbene si, cari lettori, è dal mio 25esimo compleanno che ogni mattina mi spalmo sul viso e sul collo svariate creme che hanno la caratteristica, più o meno veritiera, di prevenire le famigerate rughe e, non contenta di tutto ciò, possiedo inoltre un fondotinta francese, pagato una baraccata di soldi, che aiuta a mantenere la pelle giovane e fresca su consiglio tra l'altro della mia cara mammina; ogni settimana, poi, controllo accuratamente che non sia spuntato il primo capello bianco, quando lo scoverò credo che mi verrà un colpo, secca e dura :/ infine controllo pure che la pelle delle mie braccia non cominci ad essere cadente e flaccida e mi auguro vivamente che le mie lezioni di zumba servino a qualcosa! :o
  • Le cantine e le soffitte. Personalmente ho una cantina nella quale non metto piede di giorno da circa 10 anni, di notte poi ella non ha mai e poi mai avuto il piacere di godere della mia presenza, li ritengo posti alquanto ambigui dove buttiamo tutto quello che non ci serve più, svariate cose che ormai sono vecchio e stantie, quindi chissà cosa si nasconde dietro quei relitti di vita, chissà quale presenza si cela tra i miei giocattoli da bambina o tra i miei vestitini infantili ormai ingialliti...?! Non voglio saperlo e ho già la pelle d'oca ve lo giuro! :o La mia dolce metà, invece, ha una soffitta, non l'ho mai vista aperta ma suppongo ovviamente che per visitarla si debba intercedere tramite piccole e simpatiche scale che scendono penzolanti da essa, ho già i brividi credetemi, qualsiasi film horror mette in evidenza quanto possa essere spietata e misteriosa una soffitta e io non guardo mai gli horror! :/

Dopo le paure mi sovvengono spensierate una miriade di manie da psicolabile compulsiva quale sono...c'è una lista che elenca le manie più intrinseche che ognuno possiede nel più remoto sub-inconscio?! No, perchè sennò, ne sancisco la stipulazione immediata io stessa oh ecco! ;)


martedì 22 aprile 2014

...Dichiarazioni d'amore...

Non credo che nessuno 
Senta quello che provo io per te adesso 

E tutte le strade che dobbiamo percorrere sono tortuose 
E tutte le luci che ci guidano sono accecanti 
Ci sono tante cose che mi 
Piacerebbe dirti 
Ma non so come 
Forse perché 
Sarai colui che mi salverà 

A volte nella vita si fanno degli errori, si crede che in quel determinato momento qualcuno ci faccia stare bene e invece poi col tempo capiamo che è l'esatto contrario, che quel qualcuno in realtà ci stava facendo male, ci stava solamente conducendo nel buio più totale...ma ora, grazie a te, per me è tutto chiaro, tu e solo tu sei colui che mi ha salvato e che mi salverà sempre e comunque impregnandomi con quella luce e quel calore che bramavo da tempo, placando per sempre la mia indole irrequieta e regalandomi il periodo più sereno e felice della mia particolare esistenza. Mi sento amata, al sicuro e compresa. Sei tutto e ti ringrazio di tutto.

BUON COMPLEANNO AMORE MIO! 

sabato 19 aprile 2014

Orevuar orevuar DIETA! :(

Menù di Pasqua in casa Baroni:

Lasagne
Capretto con patate al forno
Tiramisù fatto in casa
Varie uova di cioccolato al latte
Colomba


Tradotto: LA MORTEEEEEEEEE! :o :(


mercoledì 16 aprile 2014

...Perplessità di aspiranti turisti...

Cari lettori è ufficiale, dal 17 al 24 agosto, io e la mia dolce metà abbiamo la possibilità di goderci la prima vacanzina estiva insieme...avete capito bene, dopo quasi 2 anni e mezzo riusciamo finalmente ad organizzarci una bella settimana di relax, lo so siamo degli sfigati alla massima potenza, ma prima non avevamo una stabilità economica che ci permettesse di spassarcela beatamente alla facciaccia vostra ( :p ) e quindi abbiamo sempre deciso di concederci solo il lusso di prendere la tenda per tutta la stagione al "Bagno De Pinedo" a Viareggio insieme al nostro gruppo di amici che comunque è già un notevole comfort perchè ragazzi, capiamoci bene, superati i 25 anni di età, al mare uno vuole stare tranquillo, sereno e desidera sia la pace dei sensi che un vociare alquanto moderato, oh ecco! ;)
Anyway, dove cazzo andiamo???
- opzione A: Fuerte Ventura. La mamma di Andre lavorando all'Imps gode il diritto di usufruire di agevolazioni particolari scegliendo questa meta, infatti potremmo affittare una casetta di legno a due passi dal mare ad un prezzo molto basso ma la mia dolce metà è piuttosto titubante perchè il mare lì è solitamente molto mosso, l'acqua è fredda e ha paura che ci siano troppi aspiranti giovani surfisti con l'obbiettivo della vacanza tutta alcool, sesso e droga con aitanti donzelle al seguito e a noi, che ormai siamo vecchi dentro, ci potrebbe salire la vena omicida che ci impedirebbe così di goderci il giusto e meritato relax da famiglia felice. Poi mi ci metto anch'io a inveire come se non ci fosse un domani, scartavetrando così i coglioni alla mia dolce metà, contro gli standard della Ryanair visto che con la normale organizzazione di una qualsiasi fottutissima valigia ho un bruttissimo rapporto perchè non riesco a scegliere quale capo portare via e quale lasciare a casa e quindi alla fine, presa dal panico, ripongo così alla rinfusa tutto il guardaroba estivo e metà di quello primaverile perchè, non si sa mai, potrebbe essere anche freschino la sera eh!? ;) 
- opzione B: ridente villaggio nel sud Italia. A parte Napoli, non siamo mai stati al sud e siamo affascinati da queste meravigliose terre che ospitano un mare fantastico ma, ahimè, non abbiamo ancora avuto la lucidità tale che ci permette di scegliere una determinata meta anche perchè siamo un pò ignoranti in materia quindi dobbiamo assolutamente iniziare a documentarci come si deve sennò si rischia davvero di beccare una chiavica! :/
- opzione c: Sharm El Sheik con categorica visita al Cairo. Se avete letto un minimo questo mio simpaticissimo blog siete sicuramente a conoscenza del mio grande interesse per l'Impero Egizio per cui uno dei miei più grandi desideri è quello di visitare le Piramidi e tutto quello che le circonda ma Andre è convinto del fatto che se prenotiamo ora con la situazione che purtroppo c'è là nel tragitto dal villaggio a Sharm alla città del Cairo o veniamo fatti fuori all'istante o andiamo a contribuire alla crescita demografica delle persone che purtroppo militano nel mondo degli scomparsi con annessi disperati annunci televisivi dalla Sciarelli da parte dei nostri genitori.
Accettiamo sentiti consigli da parte di chicchessia ;) 
Per il resto chi vivrà vedrà! :p


venerdì 11 aprile 2014

...Turbe giovanili...

Proprio questa mattina sono venuta a conoscenza di un evento mega galattico, direi che si tratta proprio dell'evento di questa imminente estate, i Backstreet Boys si esibiranno al "Summer Festival" di Lucca! I Backstreet Boys ragazzi, cioè ve ne rendete conto??! Avevo letto di un loro ritorno e ne ero già estasiata ma mai mi sarei immaginata che venissero ad esibirsi proprio dalle mie parti. Come potete ben immaginare, nella mia tormentata adolescenza sono stati l'oggetto di tutti i miei più intimi e oltraggiosi desideri, ero completamente ammattita per loro, a giornate sane ascoltavo a tutto volume i loro cd sollazzando ovviamente tutto il vicinato con le loro dolci e orecchiabili melodie, compravo qualsiasi giornalino parlasse di loro, dall'intramontabile "Cioè" dove ci trovavi vari poster formato persona che attaccavo allegramente in camera, agli articoli infantili e di dubbiosa veridicità di "Megazine", stavo ore ed ore davanti alla tv sintonizzata su Mtv aspettando i loro video musicali pronta ad azionare il video registratore così da poter poi riguardarmeli ininterrottamente sbavando puntualmente sulle celestiali visioni di Brian Littrell e Nick Carter che erano indubbiamente i miei preferiti. Voglio precisare che non ero l'unico soggetto psicolabile ossessionato dai BSB, infatti condividevo questa mia immensa passione con le mie compagne di classe, sopratutto con la mia amica del cuore di quel periodo, ovvero la signorina M. che oltre ad essere la mia vicina di banco abitava pure nella mia stessa frazione ma che ora, ahimè, fa finta di non conoscermi togliendomi perfino il saluto perchè mi colpevolizza ancora della sua bocciatura in 2°superiore quando io ero la prima che la invitava a studiare invece di frequentare persone di indubbia serietà che a me era proibito tra l'altro e giustamente vedere, ma questa è un'altra storia... Anyway, nel lontano 1999 la notizia bomba giunse alle nostre giovani orecchie: i BSB avrebbero tenuto un fantastico concerto a Viareggio allo stadio Dei Pini facendo avverare così il nostro adolescenziale sogno di poterli incontrare dal vivo... secondo voi, io e la signorina M. potevamo mancare all'evento del secolo?? Eeeeehhhhh noooooooo ragazziiiiii! ;) Siccome era subito chiaro che al concerto avrebbe partecipato tutta la Toscana, da astute e cattive bambine, stringemmo amicizia con il ragazzino del paese emarginato, bruttino, sfigato, deriso da tutti e poco intelligente a tal punto che i genitori d'accordo con le insegnanti avevano preferito tenerlo un anno in più alla scuola materna perchè era molto indietro rispetto agli altri, solo per il fatto che il suo ridente padre era uno degli organizzatori del concerto con l'intento ovviamente di usufruire di qualche piccola agevolazione come la riduzione del prezzo del biglietto o la possibilità di stare vicino al palco per vedere meglio i nostri beniamini. Anche se ci dovemmo subire infinite giornate di sole in compagnia del noioso ragazzino, inviti a merende e cene a casa sua in compagnia dei suoi genitori cagacazzo che erano soliti farci la rassegna di tutte le loro simpatiche foto di famiglia, io ed M. riuscimmo ad ottenere ciò che volevamo grazie a questo finto interesse che nutrivamo nei confronti del piccolo sfigatello, infatti il giorno del concerto riuscimmo ad entrare nel prato da una porta secondaria pochi secondi prima che la sicurezza desse il via libera alla bolgia di agguerrite ragazzine che aspettavano in fila da ore pronte a scannarsi per accaparrarsi il posto più vicino al palco con il risultato che se, malauguratamente uno dei BSB si fosse sentito male, poteva benissimo vomitarci in testa da tanto che eravamo in prima fila ma, anche fosse successo ciò, saremmo state onorate di avere sulla pelle il fantastico vomito dei nostri amori e sicuramente avremmo fatto storie per lavarcelo via tipo trionfo di guerra! ;/ Della serie "sveglie eh queste bambine...!?!" avevamo preparato dei coccolosi pupazzetti, pronti per il lancio tattico sul palco, con attaccati al collo dei bigliettini amorosi dove, oltre a dediche strappalacrime con infinite dichiarazioni d'amore, fornivamo pure le nostre referenze invitandoli a chiamarci al nostro numero di casa (a quel tempo il cellulare era un tabù per noi piccole adolescenti) così da poter finalmente metterci d'accordo per vedersi in santa pace e dare così il via ai nostri ufficiali fidanzamenti...in effetti dopo 15 anni sono sempre qui che aspetto una chiamata...aaaahhhhh beata ingenuità! ;)
Ps: qualche anima pia con forte senso civile impegnata in atti di volontariato che si offre disponibile per accompagnare una povera giovane donna, abbandonata peraltro dal fidanzato che non vuole passare da cretino, al concerto dei Backstreet Boys facendole così rivivere per un giorno le sue forti ma belle turbe adolescenziali e rendendola intimamente felice...?! Aspettando un vostro cortese riscontro, porgo a tutti i miei più sentiti e cordiali saluti! :o

martedì 8 aprile 2014

...Un'infanzia da aspirante stella nascente del nuoto...!

Come da copione del prototipo della famiglia felice anche i miei genitori decisero a suo tempo che era cosa buona e giusta far intraprendere alla propria prole una qualsiasi attività sportiva affinchè la bambina in questione, cioè io, non rischiasse di contribuire allegramente allo sviluppo dell'obesità infantile nel mondo; siccome a 5 anni non si è in grado di decidere proprio una sega, così per essere fine, il mio simpatico padre prese subito la palla al balzo e mi buttò a tradimento in una vasca della piscina comunale della mia ridente città sancendo così la fine della mia spensierata infanzia, infatti da amorevole padre si trasformò in selezionatore folle e senza pietà di nuovi talenti con l'obbiettivo massimo di far divenire la piccola bambina in questione la nuova stella del firmamento dei nuotatori senza che la povera sfortunata lo desiderasse più di tanto.
ALLENAMENTI:
- col passare del tempo si tenevano ogni fottutissimo pomeriggio e il mio ridente padre invece di portarmi e poi rivenirmi a prendere come erano soliti fare gli altri normodotati genitori si divertiva a fare da spettatore caga cazzo.
- Non potevo fare comunella con i miei piccoli colleghi di nuoto, non potevo prendermi il lusso di avere paura di fare qualcosa (tipo un tuffo o un'apnea) come del resto è intrinseco nell'essere di un qualsiasi cazzo di bambino, dovevo solo seguire attentamente i consigli dell'allenatore di turno e attuarli nel mio modo di nuotare.
- Se non adempivo a questi miei piccoli suddetti doveri, nel tragitto in macchina dalla piscina a casa mia, ero cazziata amaramente.
Per non parlare poi degli spogliatoi dove ho visto più cazzi che ciabatte perchè dato che mia mamma non era molto d'accordo con le metodologie da allenatore maniaco compulsivo di mio padre, preferiva starsene a casa e quindi, visto che a una certa età un bambino non ha tanta dimestichezza con il farsi la doccia, asciugarsi i capelli, rivestirsi per bene e velocemente, mi toccava farmi aiutare da lui che essendo uomo doveva rigorosamente portarmi nello spogliatoio maschile dove gli esemplari di Homo Sapiens giravano allegramente nudi come dei bei dando il via a simpatici ciondolamenti vari di palle e billi pisciosi e ora spiegatemi pure come ho fatto a non divenire una probabile Sabrina Misseri con turbe adolescenziali e omicidi premeditati al seguito.
GARE:
- col passare del tempo anch'esse divennero appuntamento fisso di ogni fottutissimo week end nelle quali mio padre non si limitava ad essere solamente un amorevole sostenitore della propria figlia ma diveniva un temuto giudice con aspirazioni da super allenatore visto che si divertiva a cronometrarmi il tempo.
- A fine gara dovevo girarmi verso la sua postazione, nonchè il punto più alto delle gradinate dove stavano gli spettatori, e se alzava il braccio in segno di vittoria potevo stare tranquilla perchè voleva dire che o mi ero classificata nei primi 3 posti o avevo semplicemente migliorato il mio tempo, mentre se con disprezzo girava i tacchi e si dirigeva verso il bar significava che era merda a ghiande per me dato che sicuramente avevo peggiorato il mio tempo.
- Se avevo sostenuto una gara poco soddisfacente per i suoi canoni da psicopatico, durante il tragitto dalla piscina di turno a casa nostra, dovevo sorbirmi infiniti cazziatoni logorroici che hanno sicuramente contribuito all'insicurezza che caratterizza il mio simpatico carattere.
VACANZE ESTIVE:
- il mio ridente padre prenotava le nostre vacanze solo negli hotel muniti di piscina e si trasformava nel mio rigido allenatore almeno un'ora al giorno, così giusto per non perdere i colpi.
Quando ho deciso, in età adolescenziale, di lasciare definitivamente il mondo del nuoto con l'appoggio della mia sensata madre, il mio simpatico padre non mi ha più rivolto parola per molto tempo. Nutro ancora un represso rancore nei suoi confronti rinfacciandogli puntualmente appena sorge una piccola discussione che le mie spalle sono larghe da fare schifo, che le mie braccia sono cicciotte e flaccide e che sulla coscia destra mi porto dietro una bella distrofia del tessuto muscolare causata dalla troppa attività fisica svolta nella fase di sviluppo e che per tutti questi motivi vorrei passare a miglior vita! :o
Per tutto il resto papà ti ho perdonato e ti amo ancora ma forse era meglio se mi mandavi a danza,
con affetto,
la tua unica (e meno male) prole! ;)

sabato 5 aprile 2014

...Obsessions...!

Sono sempre stata una dalle fisse facili che cambiano inesorabilmente a seconda del mio stato d'animo o dal periodo in cui contestualmente vivo; mi sono sempre fissata su qualsiasi cosa, dalla serie tv alla canzone che ascolti 1200 volte al giorno, dal ragazzo del momento di cui fondamentalmente non sei innamorata ma che per qualche oscuro motivo diventa masochisticamente un'ossessione all'accessorio di cui per un breve periodo non puoi fare a meno, da quella parte del corpo che non ti vuole assolutamente piacere e cerchi logicamente di camuffare in ogni modo a quel locale che ha la musica e la gente giusta secondo i tuoi più intimi gusti e potrei andare avanti ancora per molto, ve lo giuro... Ad esempio l'anno scorso mi sono fissata con le borchie, infatti oltre a comprare compulsivamente qualsiasi cosa fosse munita di anche una piccola e remota borchia, mi divertivo a trasformare vari passati accessori in oggetti super fashion inserendovi simpatiche borchie a mò di "Pimp my ride" che tra l'altro mi ha sempre fatto cagare come programma :/
"Sta qua non deve fa un cazzo dalla mattina alla sera per fare queste originalissime creazioni vai" penserete giustamente voi, ma vi dirò, per fare incastrare tutto tra lavoro, fidanzato, prove con la band, zumba e giri di Mura, (a Lucca va di moda andare a camminare o a correre sulle mura per smaltire un pò di trippa) ero solita rovinarmi allegramente le manine cercando il più velocemente possibile di forare, con vari chiodi, l'oggetto in questione affinchè la borchia trapassasse dal lato opposto...ve l'ho detto sono un tantino masochista! :/

In quest'ultimo mese invece ho scoperto "Lifesum" ed è stato amore ossessivo a prima vista! State tranquilli, cari lettori, non soffro di disturbi alimentari ma ci tengo ad essere in forma e a piacermi e grazie a questa app sò esattamente quante calorie ingurgito e sono più portata a fare movimento perchè non ha prezzo vedere quanto smaltisci a seconda dell'attività che fai...io mi sono imposta radicalmente di non superare le 763 kcal al giorno e se faccio movimento non sforo mai, ad esempio stamani per colazione ho mangiato il mio consueto e amato cappuccino con cornetto che sono 202 kcal e poi mi sono data all'attività fisica e tra bicicletta e camminata sono arrivata a -1139 kcal, a pranzo poi ho mangiato una porzione di polenta ai formaggi e un kiwi che sono precisamente 458 kcal; stasera vado a mangiare una bella pizza con la mia dolce metà, Veronica e consorte, fate conto che è da novembre che non mi pappo una pizza quindi non sò nemmeno più che sapore ha, credetemi, mi restano quindi da mangiare 1243 kcal e una margherita con mozzarella di bufala ammonta a 750 kcal per cui caro grasso ti vò nel culo! ;)

Ps: ovviamente la mia dolce metà è già arrivato al livello massimo di sopportazione di tale ossessione visto che non ama molto vedermi continuamente con l'iphone in mano intenta a contare le kcal dei vari cibi ma, si sà, le ossessioni vanno e vengono, almeno le mie...! ;)

lunedì 31 marzo 2014

...Pensieri sparsi...

"...So che queste un giorno diventeranno delle storie e che le nostre immagini diventeranno vecchie fotografie e noi diventeremo il padre o la madre di qualcuno, ma qui, adesso, questi momenti non sono storie, questo sta succedendo, io sono qui e sto guardando lei ed è bellissima. Ora lo vedo. Il momento in cui tu sai di non essere una storia triste. Sei vivo e ti alzi in piedi e vedi le luci sui palazzi e tutto quello che ti fa restare a bocca aperta e senti quella canzone su quella strada con le perone a cui vuoi più bene al mondo e in questo momento, te lo giuro, noi siamo infinito."

Non ho letto il libro ma ho visto il film, che sicuramente è rivolto maggiormente al mondo adolescenziale, mondo tra l'altro e purtroppo che, ahimè, non mi appartiene più da quel dì, ma, nonostante ciò, mi è piaciuto moltissimo e mi ha colpita sensibilmente e ogni volta che, a casa di Andre lo ribecco su Sky e sento il monologo finale, fermo di scatto qualsiasi attività io stia facendo e mi metto a pensare con aria trasognante alla storia d'amore tra me e la mia dolce metà, ai miei genitori e al rapporto stupendo che abbiamo, all'amicizia tra me e Veronica che ormai dura incontrastata dal liceo, alle esibizioni storiche con la mia band colme di emozioni forti e indescrivibili e in questi momenti anche noi, lo sento, siamo infinito e voglio iniziare la settimana così, credendo seriamente nell'infinità e nell'unicità della mia esistenza e di tutto ciò che la circonda...


martedì 25 marzo 2014

...Un insolito week end...!

Mercoledì scorso hanno comunicato alla mia dolce metà che avrebbe avuto il venerdì e il sabato liberi visto che doveva usufruire di alcuni permessi obbligatori che non aveva preso e allora ci siamo detti "vogliamo gettare al vento questa rara occasione?!" Eeeeehhhh noooooo caaariiiiii! :) e quindi in fretta e furia abbiamo organizzato un simpatico week end a Torino dato che, dopo la visita del Louvre, mi era rimasta la voglia immane di vedere ancora le prodezze dell'impero Egizio e tutti sappiamo (almeno lo spero per la vostra cultura personale :/ ) che la suddetta ridente città ospita uno dei più importanti musei di questa antica e affascinante civiltà.
La credenza generale di massa sostiene che gli abitanti del nord siano molto più freddi rispetto a quelli del sud affermando peraltro che nell'alt'Italia ognuno pensi solo a se stesso preoccupandosi poco del prossimo ma io, almeno nel caso dei Torinesi, voglio sfatare questo mito dato che ho trovato una città ricca di persone altruiste, educate, carine e gentili; appena arrivati in centro, infatti, proprio in prossimità dell'hotel abbiamo trovato una simpatica signora che, cedendoci il posto auto, ci ha pure regalato il suo ticket pagato per altri 45 minuti, cosa che a me fino ad ora non era mai successa, anche i receptionist del nostro albergo sono stati tutti  impeccabili nei loro garbati modi di fare, pensate che una di loro, senza che noi glielo avessimo chiesto, ci ha perfino munito di cartina della città spiegandoci dettagliatamente in che punto eravamo e la strada giusta da percorrere per arrivare ai vari musei, ai monumenti più importanti, ai punti di ristoro più convenienti e agli angoli maggiormente shoppingosi di Torino, per non parlare poi delle accortezze dei vari ristoratori, dei camerieri, degli impiegati dei musei, delle commesse dei negozi e degli abitanti di questa città in generale, tutti veramente squisiti, composti, educati e pronti ad aiutare degli improbabili turisti come noi. Il museo Egizio, poi, mi è piaciuto particolarmente, così etereo, misterioso e immortale proprio come questa civiltà ormai divenuta anch'essa immortale ed estremamente affascinante, peccato solo che una parte della struttura è chiusa al pubblico fino al 2015 per cui non ci siamo potuti gustare in pieno tali bellezze Egizie ma del resto, si sa, c'abbiamo sempre dietro la nuvoletta di Fantozzi che ci porta una gran sfiga! :( Grazie alla foga da visitatore compulsivo che affligge il mio fidanzato quando usciamo da Lucca e provincia abbiamo potuto assaporare ogni minima parte di Torino riducendoci così a dei simpaticissimi zombi caratterizzati proprio dalla tipica camminata ed agilità che li contraddistingue, ma comunque è stato bello passeggiare nella tranquilla Via Pò assaporando gli outfit della nuova collezione primavera-estate 2014, osservare rigorosamente a testa in su La Mole Antonelliana e sbirciare tra le rive di un tumultuoso e limpido Pò... L'unico mio rammarico è che non ho potuto sorseggiare una qualsiasi bevanda godendo della compagnia di coccolosi e soffici gattini, eh si, cari lettori, stò parlando dei tanto chiacchierati "Cat Cafè", ne hanno parlato pure al Tg5 se non erro, per cui ho costretto Andre a calcare i meandri di Torino fino a giungere stremati in quartieri deserti e un pò malfamati per trovarli, ma poi cercando sul web, ho scoperto miseramente che "Miagola" avrebbe inaugurato proprio quando ce ne dovevamo tornare a casa sancendo definitivamente che, da poveri stronzi quali siamo, la sfiga ci precede a bestia! :/ Ovviamente obbligherò la mia dolce metà a ricondurmi a Torino solo per andare in questo cazzo di Cat Cafè e spupazzare così ogni singolo pelosetto! :/ Nonostante ciò è stato un week end meraviglioso caratterizzato dalla perfetta sintonia dei nostri animi, per cui vi lascio con i miei immancabili servizi fotografici perchè, si sà, se c'è una digitale in giro io da psicopatica malefica mi ci fiondo all'istante...! :D








Ps: Qual'è la mente contorta e psicopatica che ha ideato la viabilità di Torino...??!! Lo sò che provengo da uno sputo di città ma, ragazzi, non ci si capisce veramente un emerito cazzo, non so voi...! ;)

mercoledì 19 marzo 2014

...Aspirante chef...!

Da perfetta  bambina viziata quale sono in 28 anni di vita non ho mai mosso un dito in casa anche perchè mia mamma, essendo una perfezionista maniacale della pulizia e dell'ordine, non mi ha mai lasciata libera di sviluppare il mio lato da classica casalinga disperata e quindi, ora, ironia della sorte, mi ritrovo con un fidanzato che brama ardentemente la tipica mogliettina tutto fare che si destreggia tra le pulizie di casa, buon pranzetti/cenette e panni ben lavati, stesi e stirati e io che purtroppo non sono in grado di badare a me stessa, figuriamoci a lui. Nonostante ciò, mi sono armata di buona volontà e visto che da qualche parte bisogna pure iniziare, ho deciso di darmi allegramente all'alta cucina dato che Andre elogia perennemente il cibo preparato da mia mamma e mi ha sempre spinto assiduamente a chiederle aiuto affinchè pure io possa diventare una gran massaia; così è stato fatto e, munita di penna e taccuino, ho iniziato a seguire per filo e per segno le avventure culinarie della mia mammina per far felice la mia dolce metà...aaaahhhh cosa non si fa per amore...?! Uff!!! :/
Nonostante l'ansia e il nervoso da prestazione che mi assale mentre cucino, devo dire che mi sono stupita di me stessa dato che ero seriamente convinta di fare dei grandi e sonori pasticci e invece le mie prime creazioni non sono risultate affatto male e per ora non ho ancora nè bruciato niente, nè buttato via nulla, tutto commestibile insomma, per la gioia tra l'altro di Andre che è veramente felice e appagato quando assaggia i miei piatti affermando che ci sono proprio portata in tale disciplina e io, dal canto mio, ringrazio interiormente sua madre che, se Dio vuole, in cucina è letteralmente una chiavica sennò stavo fresca vai! :/
Il mio primo piatto risale agli inizi dello scorso dicembre ed è stato una gustosissima pasta all'amatriciana, molti di voi mi rideranno in faccia, ma per un'arzilla fanciulla che non ha mai acceso un fornello è stata una grande soddisfazione assaggiarla e scoprire che era buona, poi però mi sono messa a dieta ferrea e la ricetta non l'ho più ripetuta... :o
Poi mi sono cimentata in una succulenta pasta al tonno che Andre ha ribattezzato come il mio miglior piatto! Effettivamente era proprio buona, simile a quella della mia cara mammina.
Al che mi sono detta "...ma di secondo non faccio mai niente...??!" E allora ho costretto quella Santa subito di mia mamma ad illustrarmi l'ardua metodologia di cottura dei piselli accompagnati da simpatici involtini di carne ripieni di prosciutto cotto e robiola alle olive.
Essendo a dieta ferrea mi sono data poi ai risi: mia mamma mi ha insegnato a fare un decente risotto alla parmigiana mentre io ho voluto provare anche il risotto allo zafferano su consiglio della sorella di Andre il quale tra l'altro lo gradisce particolarmente.
Lo scorso San Valentino poi ho voluto preparare una cenetta particolare per la mia dolce metà proprio come sono solite fare le perfette fidanzatine...e cosa fa una modella mogliettina...?? Facile, uno squisito dolce! Bene, ecco mi sono salvata con gli spiedini di carne e una splendida insalatona mista perchè di dolce il mio cheesecake aveva ben poco ovvero se provavo a leccare una finestra il sapore era lo stesso quindi per renderlo gustoso ho dovuto farcirlo con della squallida nutella... :(
Infine mi sono data al pesce cimentandomi in una bella pasta al salmone che non ho assaggiato essendo a dieta ma che a dir di Andre e di sua nonna è venuta bene, accompagnata da spiedini di pesce con patatine al forno che per farle ho sudato veramente come una piccola e simpatica mailina...
In programma mi sono appuntata di dover scartavetrare i coglioni a mia mamma affinchè m'insegni un buon sugo al pomodoro e un ottimo ragù, nonchè sua indiscussa specialità, che Andre infatti se lo sogna pure la notte da quanto è buono, infatti stavo pensando di obbligarla a produrne in quantità industriali, imbarattolarlo e gustarlo così per il resto delle nostre vite...

Ps: visto che ci siamo, colgo anche l'occasione per fare gli auguri al mio papi visto che è la festa del papà...il miglior papà che io potessi avere...